Numero verde: + 1 888-870-3005 410-625-0808 1611 Bush Street, Baltimora, MD 21230, USA sales@dredge.com

Restauro di zone umide e paludi

Ellicott Dredges progetta, produce e fornisce draghe portatili pesanti per progetti di ripristino di zone umide palustri. Le nostre draghe modello Swinging Dragon® standard sono dotate di capacità di scarico da 8 pollici (200 mm), 12 pollici (300 mm) e 14 pollici (350 mm), sono facili da trasportare e offrono ampie larghezze di oscillazione per una precisione ottimale fornendo il cavo - dragaggio gratuito - senza fili. Queste draghe a scala oscillante sono state utilizzate per una varietà di progetti di ripristino di zone umide e paludi di piccole e grandi dimensioni.

Contattaci per un preventivo personalizzato

 

Dragon Dredge Modello 860SL

Le zone umide sono aree di terra in cui l'acqua copre il suolo durante tutto l'anno in luoghi come paludi, stagni, fiumi, laghi, lagune e saline. Inoltre, le zone umide contengono la maggior parte dell'acqua dolce del nostro pianeta e sono luoghi ideali per le attività di pesca che generano frutti di mare raccolti commercialmente. Questi luoghi possono anche neutralizzare le condizioni climatiche atmosferiche immagazzinando carbonio all'interno delle comunità vegetali e del suolo invece di liberarlo nell'aria.

Secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA), ogni anno si perdono più di 80,000 acri di zone umide costiere a causa dell'erosione della costa e dell'innalzamento del livello del mare. L'attività umana, l'urbanizzazione e le mareggiate sono alcuni dei fattori che contribuiscono ad alterare gli habitat delle zone umide costiere e marine nel tempo. I sedimenti dragati bonificati vengono utilizzati per combattere questo problema crescente ripristinando le zone umide di marea, mitigando l'erosione costiera e riducendo l'impatto delle mareggiate vicino alle aree costiere.

L'importanza di preservare paludi e zone umide

Le zone umide e le paludi fungono da habitat fertili per grandi popolazioni animali come pesci, uccelli e altre specie acquatiche. Proteggono anche le coste del nostro pianeta, prevengono inondazioni, erosione e infiltrazioni d'acqua. Il flusso naturale di sedimenti contenenti inquinanti nocivi e mareggiate stagionali può soffocare i canali che alimentano acqua dolce alle zone umide interne e alle paludi. Il dragaggio di queste aree consente all'acqua di manovrare attraverso queste aree interne portando nutrienti e lavando i rifiuti.

La differenza tra paludi e zone umide

Le paludi sono zone umide costantemente sommerse dall'acqua. Sono ricchi di sostanze nutritive e fungono da luogo di riproduzione per molluschi e crostacei. Le paludi si formano nelle pianure alluvionali basse vicino a una costa, fiumi o torrenti. Drenano i nutrienti e l'inquinamento dall'acqua, oltre a fornire una barriera fisica contro l'innalzamento del livello del mare e le mareggiate. Le paludi proteggono anche le zone costiere dall'erosione, fungendo da ultima linea di difesa contro le onde e limitano le inondazioni assorbendo l'acqua piovana.

Quando il livello del mare aumenta, una palude può diventare piena d'acqua, uccidendo la vegetazione che altrimenti servirebbe a prevenire l'erosione. Il dragaggio aiuta a migliorare o ripristinare la navigazione del canale. Il sedimento che viene dragato da un canale può anche essere utilizzato per elevare le paludi vicine a fini ecologici e di protezione della costa.

Vantaggi e sfide del ripristino di paludi e zone umide

I progetti di restauro prevedono il ripristino di una zona umida o palude degradata al suo stato naturale. Ci sono vantaggi nel ripristino di una zona umida o palude, compreso il miglioramento della qualità dell'acqua e l'aumento dell'abbondanza e della diversità della fauna selvatica. I sedimenti che vengono dragati e utilizzati a fini di restauro forniscono resilienza delle piante ed è in grado di resistere all'innalzamento del livello del mare. Quando una zona umida o una palude è elevata correttamente, migliora la vegetazione, consentendo all'ossigeno di raggiungere le sue radici e le erbe autoctone a crescere attraverso il materiale dragato nel giro di pochi anni dopo che il sedimento dragato è stato disperso.

Ripristinare una zona umida o un habitat palustre alle sue condizioni naturali può essere piuttosto complicato. Se un habitat di ripristino non viene eseguito correttamente, le erbe e le piantine native non saranno in grado di crescere. Inoltre, se i materiali dragati come la sabbia non sono adatti all'ambiente, non reggeranno e le zone umide ripristinate si eroderanno e il degrado delle paludi può ripresentarsi.

Contattaci per un preventivo personalizzato